IN RICORDO DI MICHEL

Articolo pubblicato su La Nuova di Venezia del 13-08-2015


Articolo da La Nuova di Venezia 13-08-2015
Scarica una copia in PDF

Partecipa con un tuo disegno a Matite In Viaggio 2015


Cari amici carnettisti,
Vi chiedo una collaborazione personale, sentita e motivata, per ricordare la tragica morte di Michel Renaud avvenuta a Parigi l'otto gennaio 2015.

L'associazione Matite in Viaggio, confidando sulla vostra libera partecipazione chiede ad ognuno di voi un proprio disegno da esporre alla mostra MIV di settembre in una delle sale del Centro Culturale Candiani Mestre. La sezione avra' la seguente motivazione:

"Ricordando Michel - Un'eredita' morale e civile - .... Il viaggio e i taccuini di viaggio manifestino la volonta' e il sogno di riconoscersi nella liberta' e nella dignita' di tutti gli uomini".

Sono sicura che ciascuno di voi nella propria esperienza del disegno e della scrittura durante i viaggi riconoscerà un luogo, una persona, un episodio che abbiano avuto affinita' con il pensiero di Michel:
Viaggiare incontrando uomini e mondi.

I vostri disegni potranno comunicare ai visitatori della mostra tante testimonianze di amore e di fratellanza che hanno dato forza alle molteplici attivita' culturali di Michel.

In particolare dobbiamo a Michel Renaud e a Gèrard Gaillard la forza culturale annualmente espressa per un vastissimo pubblico alla mostra Rendez-Vous du Carnet de Voyage di Clermont Ferrand a partire dall'anno 2000.

L'associazione Matite in Viaggio e' nata nel 2011 sull' esempio e sulle idee di Michel e di Gèrard.

Ci siamo confrontati e abbiamo individuato finalita' comuni, in un dialogo costante che si e' rafforzato negli anni,

Ringrazio tutti

Anna Maria Spiazzi
Presidente Matite in Viaggio



Si ricorda che Michel Renaud e' stato il presidente dell'associazione di Clermont Ferrand: Il Faut Aller Voir e che Gerard Gaillard ne e' ancora il segretario generale. Nel maggio 2009 Michel e Gèrard sono venuti al Centro Culturale Candiani di Mestre a parlare della loro Associazione e ad appoggiare ed incoraggiare il desiderio di creare anche qui da noi un’attività sul “carnet de voyage”.

Ci auguriamo che tantissimi di voi inviino un proprio disegno da esporre in suo ricordo, alla mostra di quest’anno, magari accompagnato da un pensiero.

Il disegno può avere un tema qualsiasi, purchè legato ad un momento particolarmente sentito e al quale si è particolarmente affezionati.

Spedite i disegni per Email a info@matiteinviaggio.it o per posta (va bene anche una copia, di buona risoluzione, possibilmente in formato A4) a Matite in Viaggio c/o Spiazzi Cocco via Marignana n. 69/A - 31021 Mogliano V.to (TV) Italia., entro luglio 2015.

Il Direttivo di Matite in Viaggio vi ringrazia tutti.



Allez à la page en français

Ricordando Michel Renaud


Il 20 maggio 2009 ha avuto luogo una serata al Centro Culturale Candiani di Mestre Venezia.

Michel Renaud e Gérard Gaillard, presidente e segretario generale dell’associazione francese di Clermont Ferrand “Il Faut Aller Voir”, erano venuti a parlarci dell’allora Biennale du Carnet de Voyage (poi divenuta Rendez-Vous du Carnet de Voyage).

Giovanni Cocco aveva proiettato e commentato le immagini del suo carnet “Gilf Kebir” esposto alla Biennale di Clermont Ferrand nel 2008.

Carlo Montanaro, allora direttore dell’Accademia delle Belle Arti di Venezia, aveva portato un suo contributo sul tema del viaggio.

Si riporta il programma stampato e alcune foto di quell’evento.

L’entusiasmo di Michel e di Gérard, la concretezza delle loro proposte, l’intelligenza dei loro pensieri, sono stati determinanti per avviare la formazione e i primi passi di Matite in Viaggio.

Si ringrazia Anna Maspero, scrittrice di libri ed organizzatrice di viaggi, per le foto e per la sua affettuosa testimonianza.


Dal blog di Anna Maspero

«A Cuba il 7 gennaio, non avevo né internet né i giornali e avevo sentito del massacro nella redazione di Charlie Hebdo solo ascoltando le notizie della BBC. Ne ero rimasta, come tutti, profondamente turbata. Ora ne sono ancora più sconvolta, perché, scorrendo i giornali al mio rientro in Italia, ho riconosciuto fra le vittime il volto di Michel Renaud, fondatore e presidente del Festival del Carnet de Voyage di Clermont-Ferrand. Il caso ha voluto che quel giorno lui e il segretario Gèrard Gaillard (sopravvissuto per caso) fossero lì per restituire delle tavole a un’altra delle vittime, Cabu, il vignettista di Charlie Hebdo che era stato invitato d’onore all’ultima edizione del festival.

Li conoscevo appena. Li avevo incontrati fuggevolmente al Festival a Clermont-Ferrand nel 2008 e poi l’anno dopo a Venezia in occasione di una manifestazione sui carnet organizzata dal carnettista e amico comune Gianni Cocco. Insieme avevamo però trascorso una giornata indimenticabile, prima all’Accademia e poi in barca a zonzo per la laguna. Eravamo felici e io mi sentivo una privilegiata per essere con quella bella compagnia in quei luoghi magici. Così, con questa foto di un momento felice di un giorno di primavera voglio ricordare Michel Renaud, una persona speciale e di grande gentilezza, un appassionato di viaggio e un uomo sensibile alla bellezza e all’arte. Voglio ricordare lui e tutte le altre vittime assassinate dalla stupidità fondamentalista nel nome di Allah, un dio che dovrebbe essere Clemente e Misericordioso (...i primi due dei novantanove nomi di Allah).»

Post di Anna Maspero

http://annamaspero.com/nous-sommes-charlie/

Da "Il Mattino di Padova - 09/01/2015



clicca qui per scaricare una copia in PDF